Che cosa è cambiato nelle nuove Cloud

Che cosa è cambiato nelle nuove Cloud

Le Cloud sono state lanciate per la prima volta nel 2014. Da allora sono apparse su innumerevoli podi (compresi quelli olimpici), hanno vinto vari riconoscimenti per la qualità e le prestazioni (compreso un oro all’ISPO di Monaco) e sono diventate le scarpe di riferimento per milioni di persone dinamiche in tutto il mondo.

La mission per le nuove Cloud era aggiornare il modello utilizzando le più recenti tecnologie e innovazioni, restando sempre fedeli alla originale leggerezza delle scarpe On. Di seguito abbiamo elencato alcune delle principali differenze tra le Cloud originali e quelle nuove, oltre a riportare un dietro le quinte con Olivier Bernhard, co-fondatore di On.

La nuova suola delle nuove Cloud

Una delle principali innovazioni delle nuove Cloud sta sotto. Il canale centrale della suola è stato allargato, e la parte interna dell’elemento cloud stesso si separa dal canale creando una forma a “Y”. Questo nuovo design rende più difficile che qualcosa possa impigliarsi nel battistrada della scarpa durante la corsa.

Questi elementi ridisegnati delle Cloud assecondano le naturali dinamiche a spirale del piede; questo significa che le puoi portare molto più a lungo di prima (dopo tutto sono fatte per essere “Never Not On”: “tutto il giorno, tutti i giorni”). Sono anche più arrotondate per passaggi e movimenti laterali più morbidi.

Infine, la maggiore dimensione e il maggior numero di elementi di presa lungo il tallone e la punta della nuova Cloud (dove avviene il più elevato trasferimento di energia) ti dà un maggior controllo su fondo bagnato o accidentato, o su qualsiasi cosa ti possa capitare sotto i piedi nel tuo percorso.

Interno rinnovato

Una delle cose che le persone ci hanno riferito che apprezzano di più delle Cloud è la particolare sensazione e la comoda leggerezza nel portarle. Pur con tutte le modifiche fatte, per noi è stato fondamentale mantenere quella sensazione, e in alcuni casi anche renderla più intensa. Uno degli elementi delle Cloud che ci permette di farlo è la nuova soletta interna.

Realizzata in materiali a doppia densità, questa modernissima soletta prende subito la forma del piede, ottimizzando la calzata interna, ora più aderente. È come se le solette interne della nuova Cloud fossero fatte apposta per il tuo piede - sempre ammortizzate e confortevoli, con o senza calze.

Un'altra modifica è lo Speedboard all'interno delle Cloud brevettato On che è stato esteso alla parte posteriore ed esce dall'interno della scarpa. Questo offre ulteriore supporto sia al tallone che al canale della suola di nuova forma che si trova sotto.

Nuovi materiali e dettagli

All'esterno, la nuova Cloud mantiene una forma simile a quella di sempre. Le differenze sono nei (molti) dettagli.

Lacci rapidi – le estremità sono imbevute e ricoperte per impedire gli sfilacciamenti.

Banda elastica per il tallone – non è più necessaria grazie al nuovo tacco sagomato a forma di V; al suo posto ci sono le strisce riflettenti che ti rendono visibile anche quando c’è poca luce.

Loghi riflettenti – come le strisce, sono stati aggiunti per la sicurezza nella corsa notturna.

Occhielli dei lacci – sono stati rafforzati e ridisegnati per chi preferisce le stringhe tradizionali.

Tomaia – ora è uno strato singolo, più uniforme che fornisce maggiore supporto e nel complesso un look più pulito.

Fatte da corridori per corridori

Le nuove Cloud sono state sottoposta a test più di qualsiasi modello On precedente. Fin dal primo lancio delle Cloud, nel 2014, abbiamo raccolto commenti di appassionati e veri corridori e abbiamo riversato tutto in questa nuova versione aggiornata.

Related Posts:

Leave a Reply

All fields are required

Name:
E-mail: (Not Published)
Comment:
Type Code